Conto termico condizionatori Daikin Firenze 2020-2021 GSE: come si richiede? come si applica? Tutte le informazioni.

Negli ultimi anni gli incentivi fiscali hanno rivestito una certa importanza nell’attuazione di determinati interventi. Infatti, grazie ad essi, è stato possibile effettuare grandi operazioni edili. Gli incentivi fiscali vengono riesaminati e prorogati ogni anno, in particolar modo in corrispondenza della Legge di Bilancio, che gli ha riconfermati anche quest’anno. L’obiettivo di queste agevolazioni consiste nell’incoraggiare interventi per la ristrutturazione e la riqualificazione a livello energetico. Il fine ultimo, dunque, è quello di migliorare l’efficienza degli edifici italiani, riducendo le emissioni e il consumo energetico, ma per fare ciò è necessario conferire tutto il necessario sia a privati che pubblici, per far muovere tutti verso la stessa direzione. Il Conto termico è una di questa agevolazioni.

Conto termico condizionatori Daikin Firenze

Conto termico condizionatori Daikin Firenze

Cos’è il Conto Termico?

Il conto termico è un incentivo economico atto a favorire il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, cercando di aumentare la produzione energetica da fonti rinnovabili. Il conto termico è stato introdotto nel 2013, grazie al D.M. 28/12/2012.
Coloro che intendono usufruire di questi vantaggi, potranno completare gli interventi necessari di efficientamento energetico godendo di un notevole risparmio economico. Aderire a questi incentivi significa far rientrare l’investimento molto velocemente a chi intende effettuare operazioni di questo tipo.

Inizialmente, il Conto Termico, non aveva la stessa formula di oggi, ma dopo i primi anni della sua attivazione, questo è stato rivisto e riaggiornato con nuove modifiche. Ad oggi si potrebbe parlare di Conto Termico 2.0, introdotto nel 2016 grazie al D.M. 16/02/2016, che presenta una notevole evoluzione rispetto al passato. Il metodo per accedere agli incentivi non è cambiato nella sua sostanza, ma la procedura da effettuare è stata di gran lunga facilitata.

Come si richiede Conto Termico

Per accedere al Conto Termico è necessario compilare la domanda, attraverso il portale GSE, entro sessanta giorni dalla data di completamento degli interventi eseguiti. Questo procedimento è denominato ‘Accesso diretto’ ed è indirizzato sia alle PA che ai privati. Il portale GSE pubblica sul proprio sito ufficiale, ed aggiorna regolarmente, un catalogo, dove sono elencati tutti gli apparecchi domestici, con potenza non superiore ai 35 kW, che consentono di usufruire di una procedura più semplice, se utilizzati.

Le ESCO e la Pubblica Amministrazione possono richiedere l’incentivo anche per prenotazione, inviando tutta la documentazione necessaria prima del completamento dell’intervento, in modo da avere sia un acconto, che un saldo una volta terminati i lavori. Ad ogni modo, quando si presenta la domanda, il rimborso delle spese può avvenire in un’unica grande rata, nel caso la somma non superi i 5000 euro, con i tempi che si aggirano intorno ai due mesi. La somma del rimborso è esente da qualsiasi tassazione.
Per determinati interventi, come la sostituzione della caldaia, è obbligatorio presentare la Certificazione Ambientale, necessaria per garantire che l’uso di questa tipologia di impianti comporti una diminuzione delle emissioni nell’atmosfera.

Chi può richiedere il Conto Termico? Quali sono gli interventi ammessi?

Il Governo ha stanziato dei fondi pari a 900 milioni di euro ogni anno per il Conto Termico, mettendoli a disposizione sia dei pubblici che dei privati.
Alla Pubblica Amministrazione sono riservati, in maniera esclusiva, 200 milioni del totale. Fanno parte dei soggetti privati anche le imprese, ma solamente se gli interventi non siano di grandi dimensioni.

I ‘soggetti responsabili’ sono coloro che hanno diritto a godere degli incentivi e che hanno sostenuto la spesa degli interventi.

Per quanto riguarda gli interventi ammissibili, sono garantiti quelli finalizzati al miglioramento dell’efficienza della struttura edilizia, come la sostituzione o l’isolamento dei serramenti. Anche la sostituzione di impianti di riscaldamento con modelli più recenti e performanti e l’installazione di apparecchi di schermature sono compresi tra gli interventi ammessi. L’installazione di impianti finalizzati alla produzione di energie rinnovabili è un’altra soluzione per godere del Conto Termico.

Infine, grazie al Conto Termico, è possibile ottenere rimborsi per la certificazione energetica APE e per la diagnosi energetica. Ovviamente, come per ogni tipologia di intervento, la percentuale di contributo è variabile, insieme al valore massimo di incentivo.

Quali sono le differenze con l’Ecobonus?

Nonostante le finalità tra Conto Termico ed Ecobonus sono praticamente le stesse, è importante evidenziare determinate differenze tra questi due tipi, in quanto è importante considerare quale sia il più vantaggioso per le proprie esigenze.
Innanzitutto bisogna considerare che il Conto Termico è un incentivo economico, a differenza dell’Ecobonus che prevede delle detrazioni. Un fattore che li accomuna, però, è che entrambi possono raggiungere la copertura del 65% del costo di un intervento. Queste due agevolazioni non sono cumulabili.

Il Conto Termico prevede che l’ammontare dell’incentivo sia condizionato anche da altri fattori, come la fascia climatica nella quale ci si trova. Questo avviene perché viene considerato anche l’impiego, a livello temporale, dell’impianto e quindi la possibilità di miglioramento dell’efficienza energetica. L’Ecobonus, invece, varia sempre tra il 50% o il 65% di detrazione.

CONTO TERMICO CONDIZIONATORI CLIMATIZZATORI DAIKIN A FIRENZE PRATO E PROVINCIA:

Montaione , Firenze , Barberino del Mugello , Pelago , Rignano sull’Arno , San Godenzo , San Piero a Sieve , Tavarnelle valdipesa , Vaglia , Marradi , Londa , Palazzuolo sul Senio , Capraia e Limite , Cerreto Guidi , Firenzuola , Fucecchio , Gambassi Terme , Greve in Chianti , Certaldo , Barberino Valdelsa , Castelfiorentino , Lastra a Signa , Signa , Scarperia , Borgo San Lorenzo , Dicomano , Rufina , Incisa Valdarno , Figline Valdarno , Pontassieve , Impruneta , Bagno a Ripoli , Fiesole , Vicchio , Reggello , Montespertoli , Vinci , Scandicci , Sesto Fiorentino , Calenzano , Campi Bisenzio , Montelupo Fiorentino , San Casciano in Valdipesa , Empoli , Poggio a Caiano , Vaiano , Vernio , Carmignano , Cantagallo , Montemurlo , Prato

Migliori condizionatori Daikin 2020 modelli e prezzi

Condizionatori daikin 2020 i migliori modelli di condizionatori daikin prezzi

Quando si tratta di andare ad acquistare un condizionatore, le variabili che ci si presentano davanti sono davvero innumerevoli.
Ciò che è necessario tenere sempre a mente è però la necessità di fare una valutazione in linea con le proprie specifiche esigenze.

Una casa di piccole dimensioni non avrà infatti necessità di un dispositivo molto potente, così come invece un’ampia metratura richiederà un impegno maggiore da parte del condizionatore stesso.

Per quanto riguarda la varietà dei modelli e delle marche, la scelta è davvero vasta.
Daikin si è rivelata leader in questo campo, essendo in grado di offrire modelli adatti ad ogni esigenza e ad ogni possibilità economica.
I suoi condizionatori si diramano infatti su varie fasce, sempre e comunque di grande qualità.

I migliori condizionatori Daikin 2020
Tutti i modelli di questa marca vantano la presenza di un motore inverter e le dimensioni prodotte coprono davvero tutte le esigenze possibili.

La Daikin offre la linea Stylish, che comprende apparecchi di alta gamma aggiornati con le ultime tecnologie sul mercato.
Questa famiglia di condizionatori presenta un’ antenna Wi-Fi in grado di garantire la possibilità di un controllo remoto tramite apposita app.
Altra caratteristica è la carica con gas refrigerante R32, cioè il più ecosostenibile in commercio.
Tutto ciò è caratterizzato anche da consumi realmente contenuti.
Daikin Stylish FTXA25AW è un’ottimo esempio di questa categoria.

Rimanendo sempre su una fascia alta, anche la linea Emura è certamente degna di nota. In aggiunta alla Stylish presenta però anche dei caratteristici filtri antiodore ed antibatterici di altissima qualità. Ciò consente di ottenere sempre un’aria pulita e purificata.
Il design di questa linea trasforma il condizionatore in un vero e proprio oggetto d’arredo.

Senza cercare un’opzione troppo costosa, ma non cadendo ancora in una sfera economica, la linea Sensira è perfetta.
Questi modelli presentano un’efficienza energetica A++ in raffrescamento e A+ in fase di riscaldamento.
Spendendo qualcosa in più è possibile scegliere la presenza del modulo WiFi.
Daikin Sensira FTXF35A è un ottimo esempio di questa categoria.

Con la linea Siesta si entra tra le opzioni più semplici ed economiche.
Il gas utilizzato è quello R410a e le modalità di funzionamento sono certamente inferiori rispetto agli altri modelli.
Le funzioni di riscaldamento, deumidificazione e di ventilazione sono garantite, ma le modalità silenziosa e turbo non sono contemplate.

I prezzi dei migliori condizionatori Daikin 2020
Come già accennato nella presentazione dei modelli, i condizionatori Daikin si muovono all’interno di diverse fasce, con cifre molto diverse tra loro.

In linea di massima è possibile fare una classificazione sulla base della linea di appartenenza:

  • Linea Siesta Daikin: da 300 € a 500 €
  • Linea Sensira Daikin: da 500 € a 800 €
  • Linea Emura Daikin: da 900 € a 1300 €
  • Linea Stylish Daikin: da 900 € a 1400 €

I prezzi riferiti sono quelli legati a condizionatori monosplit, cioè quelle varietà comprensive di unità-motore esterna.

Quello che è possibile dunque affermare è che la Daikin offre indubbiamente prodotti validi, che si adeguano bene a qualsiasi disponibilità economica.

I modelli di fascia più bassa possono presentare un minore numero di opzioni a disposizione, ma la qualità e l’efficienza è comunque sempre garantita.
Il brand resta in ogni caso sempre leader sul mercato, in grado di dominare le classifiche nei vari anni.

COME PULIRE I FILTRI DI UN CONDIZIONATORE DAIKIN

Con l’aumento delle temperature è arrivato il momento di pensare alla pulizia dei filtri del condizionatore Daikin.

Ma come pulire i filtri di un condizionatore Daikin?

Per il corretto funzionamento dei vostri condizionatori Daikin, ma anche per respirare un’aria più pulita è necessario pulire i vostri condizionatori Daikin.

Come pulire i filtri di un condizionatore Daikin?

Accertatevi di possedere il libretto della manutenzione del vostro condizionatore Daikin.

Per prima cosa è necessario localizzare il vano per l’accesso ai filtri del condizionatore Daikin.

I condizionatori a parete hanno uno sportello vicino alla griglia di emissione dell’aria, sollevate la griglia, svitate le viti ed accedete al filtro in PVC.

come pulire un condizionatore

come-pulire-il-filtro-di-un-condizionatore

I condizionatori portatili, hanno invece degli accessi laterali o posteriori.

Dopo che avrete raggiunto il filtro, potete estrarlo, seguendo le istruzioni del produttore. Dotatevi di guanti e di opportune protezioni per le vie respiratorie, per esempio delle mascherine. La polvere del filtro potrebbe disturbarvi.

Dopo che avrete raggiunto il filtro, potete cominciare a pulirlo eliminando gli accumuli di polvere e sporco, aiutatevi con un pennellino, successivamente potete ricorrere ad un panno morbido in microfibra, inumiditelo con una soluzione di acqua tiepida e sapone neutro.

Potete anche immergere tutto in acqua, appena avrete eliminato tutto lo sporco potrete passare un panno morbido per cominciare ad asciugare il tutto, poi asciugate il tutto all’aria aperta.

Adesso che avete asciugato il tutto potete rimontare i filtri e la griglia di protezione. Se il filtro è particolarmente rovinato potete sostituirlo.

Se i nostri consigli non vi sono di aiuto potete richiedere l’intervento di un tecnico qualificato.

 

Come fare una manutenzione condizionatore Daikin

Come fare una manutenzione condizionatore Daikin professionale e garantita.

Tutti i condizionatori hanno la necessità di essere regolarmente controllati da una manutenzione professionale, questo porterà il vostro condizionatore ad uno stato ottimale, sarà performante ai massimi livelli e porterà anche un risparmio assicurato.

Con l’arrivo dei primi caldi i climnatizzatori cominciano ad accendersi nelle nostre abitazioni. Ma prima di metterli in funzione ci vuole una manutenzione particolare.

Ma come fare una manutenzione condizionatore Daikin?

La prima cosa da fare è controllare il livello del gas refrigerante, successivamente dovrete effettuare una pulizia accurata del filtro del condizionatore, la pulizia accurata andrebbe eseguita a fine stagione, verso settembre / ottobre, in questo modo eviterete polvere e sporco.

Come fare una manutenzione condizionatore Daikin

Ecco un elenco di cose da eseguire prima di effettuare una manutenzione condizionatore Daikin

  • Assicuratevi che il climatizzatore sia spento
  • Controllate che le griglie ed i filtri siano puliti
  • Eseguite una pulizia accurata e profonda del motore esterno
  • Pulite il filtro almeno una volta al mese
  • Controllate periodicamente la sua stabilità
  • Controllate il livello del refrigerante
come fare una manutenzione condizionatore Daikin

come fare una manutenzione condizionatore Daikin

Cosa dobbiamo fare per eseguire una corretta manutenzione condizionatore Daikin:

  • Ricarica gas refrigerante Daikin
  • Pulizia filtri condizionatore Daikin
  • Controllo impianto di climatizzazione
  • Pulizia motore condizionatore Daikin
  • Pulizia motore condizionatore Daikin

    Spazzolare il motore esterno, lavare il motore con un panno umido e con sapone neutro, potete utilizzare uno sgrassatore universale, utilizzate un’aspirapolvere per aspirare lo sporco e la polvere dalle grate.

    Pulizia Split condizionatore Daikin

    Aiutatevi con un libretto di istruzioni per sbloccare i filtri del condizionatore Daikin, lavate i filtri con acqua corrente e con sapone neutro, successivamente asciugateli all’aria aperta, senza porli direttamente ai raggi solari.

    Come pulire un condizionatore Daikin Firenze

    Molte persone sicuramente hanno in casa propria un condizionatore Daikin e molte di queste staranno cercando una guida su come pulire un condizionatore Daikin Firenze, oggi vogliamo pubblicare un nostro articolo che spiega come pulire un condizionatore Daikin Firenze. Con questa guida vogliamo informare i nostri lettori rendendoli autonomi nel pulire un condizionatore di casa.

    come pulire un condizionatore

    Con l’arrivo dell’estate molti di voi accenderanno sicuramente il proprio condizionatore e troveranno sicuramente alcuni problemi tra i quali il cattivo odore che può emanare questo oggetto per colpa dei batteri e della polvere che si accumulata al suo interno.

    Dovete sapere che il condizionatore ha la necessità di essere pulito accuratamente prima del suo normale utilizzo estivo e non solo, solitamente si consiglia di pulire il condizionatore almeno due volte l’anno, questa operazione farà si che la vostra aria si mantenga pulita ed il vostro condizionatore sia operativo al 100%, ma vogliamo aggiungere anche che pulire accuratamente un condizionatore significa risparmio.

    Un condizionatore Daikin sporco, può emanare batteri nocivi nell’aria, può essere meno operativo e può portare a consumi più elevati, quindi un’accurata pulizia è doverosa almeno due volte all’anno.

    Come pulire il condizionatore Daikin di casa a Firenze

    La prima cosa da fare, prima di pulire il condizionatore Daikin è di staccare la corrente elettrica, questo vi farà evitare possibili problemi durante la sua pulizia.

    Successivamente vi consigliamo di igienizzare tutto l’apparato esterno del condizionatore Daikin, potete pulirlo tranquillamente con un panno umidificato ed uno spray igienizzante, passate accuratamente il panno umidificato sull’unità esterna successivamente spruzzate un pò di spray igienizzante su tutta l’unità.

    Eliminate bene lo sporco e la polvere accumulata.

    Adesso potete dedicarvi all’interno dell’apparecchio, sollevate il coperchio e con un aspirapolvere rimuovete il primo strato di sporco, poi con un panno, uno sgrassatore e un germicida eseguite la pulizia più accurata dell’interno.

    Adesso potete eseguire la pulizia del filtro del condizionatore Daikin, ma come fare?

    Come pulire il filtro del condizionatore Daikin Firenze

    Per prima cosa è doveroso sapere che il filtro del condizionatore Daikin deve essere sempre disinfettato e pulito.

    Smontate delicatamente il filtro del condizionatore, dopo averlo spolverato con molta attenzione, lavate la rete con acqua e sapone neutro, adesso pulite accuratamente il filtro con acqua e aceto di vino, fatto questo risciaquate il filtro poi lasciatelo asciugare all’aria aperta non lasciatelo al sole potrebbe essere danneggiato.

    Adesso potete rimontare il vostro condizionatore ed accenderlo con tutta tranquillità.

    Call Now Button3922069833